Sistemi antincendio: idranti e normative

Nella società odierna, dove lo sviluppo tecnologico ha portato alla digitalizzazione della maggior parte dei dispositivi che usiamo ogni giorno, è diventato ancora più fondamentale prestare attenzione alla sicurezza ed alla messa a norma.
Infatti, i pericoli derivati da eventuali malfunzionamenti, possono portare a situazioni gravi ed in certi casi letali.
È per questo, che la manutenzione costante fa parte della routine, che un buon amministratore deve rispettare, per garantire la piena sicurezza negli ambienti di lavoro e/o negli edifici domestici.

Manutenzione antincendi

Inutile sottolineare, che fra i pericoli più diffusi negli stabili, quello da tenere più sotto controllo, è senz’altro quello degli incendi.
Pertanto il controllo degli estintori periodico, e degli impianti antincendi in generale, deve essere rispettato con molta attenzione e puntualità.
Sicuramente non è compito dell’amministratore, effettuare personalmente i controlli, ma è sua responsabilità la gestione ed il contatto di aziende professioniste che se ne occupino.

Da più di quindici anni, Eurofire si è imposta sul mercato, diventando leader nella vendita, noleggio, manutenzione e progettazione, di sistemi e prodotti antincendio, sia per uso residenziale che per grandi aziende, in tutta Italia.
La certificazione CEE che hanno tutti i prodotti e dispositivi da loro commercializzati, sono sinonimo di sicurezza ed affidabilità per tutti gli edifici ed aziende che a loro si affidano.
Inoltre, il servizio periodico di manutenzione e di messa a norma, sono un valore aggiunto alla qualità dei dispositivi che propongono.

Idranti

Uno degli articoli principali in un kit antincendio, è senz’altro l’idrante.
Ne esiste una gamma davvero ampia.
Quelli però più richiesti e quindi che vengono installati, sono i cosiddetti UNI45, ossia quelli di diametro 45 mm. che generalmente vediamo appesi alla parete o anche ad incasso.
Vengono montati all’interno di sportelli sigillabili, dotati di una tubazione appiattibile a norme EN e UNI, di un rubinetto di alimentazione e di una lancia con intercettazione e frazionamento del getto. Generalmente hanno una lunghezza della manica di 20 metri, tranne rari casi dove può essere anche più lunga.

La tubazione viene appoggiata su un supporto a forma di sella, per consentirne una migliore conservazione.
Gli idranti UNI45 hanno in dotazione una lancia a tre effetti, che serve a regolare il getto d’acqua in maniera continuo o frazionato, e di interromperlo secondo necessità.
Il comando è generalmente azionabile a leva oppure a rotazione, ed a seconda dei modelli la gittata può essere più o meno superiore.

Fondamentale all’atto dell’acquisto richiedere sempre le certificazioni necessarie, che siano allineate con le ultime regolamentazioni di conformità.
Esistono in mercato prodotti d’importazione, che hanno un prezzo molto più basso, ma che proprio perché non costruiti a norma, hanno una durata nel tempo inferiore, oltre a non assicurare qualità e quindi sicurezza.
Per garantire una perfetta efficienza dell’impianto, le manichette devono essere integre, permettendo così un regolare flusso dell’acqua, per tutta la lunghezza della manichetta stessa.
Ovviamente una ordinaria e regolare manutenzione, realizzata secondo le prescrizioni UNI, garantirà sicurezza e incolumità, in tutte le situazioni di emergenza e quindi un metodo efficiente per spegnere incendi.