Usanze funebri nel mondo: il funerale americano

Usanze funebri nel mondo: il funerale americano

Siamo abituati a regalare l’ultimo saluto a una persona cara con dolore e commozione, al contrario ci sono Paesi nel mondo in cui il funerale è letteralmente una festa. In un certo senso è piuttosto affascinante e curioso analizzare come le usanze funebri siano molto diverse a seconda della zona geografica e ancor di più della nazionalità in cui si celebrano. Nel caso ad esempio del funerale americano si tratta di un evento che, pur nella sua commozione e nella sua tristezza, viene comunque “festeggiato” con un brunch in casa di chi è stato coinvolto in prima persona dal lutto. Se pensiamo all’Italia, invece, nel caso di un funerale la prima cosa che si fa è rivolgersi a delle onoranze funebri a Roma, come Cattolica San Lorenzo, così da avere un concreto sostegno nella gestione logistica e pratica della cerimonia. Ma negli USA cosa si fa? Vediamolo assieme.

Come si svolge un funerale americano

Un Paese come l’America è talmente vasto che è difficile individuare delle usanze univoche e abbracciate da tutta la popolazione. Infatti, in alcune zone negli ultimi anni si tende a limitare la “festa” nel caso di un funerale, mentre negli USA e in Canada continuano a preferire un ultimo saluto festoso e in grande stile. Qui i funerali in genere comprendono la veglia, il rito funebre vero e proprio e il branco finale. Si comincia quindi vegliando il defunto, un po’ come si usa fare anche in Italia, recandogli un ultimo saluto direttamente in ospedale o in casa sua, dove in genere viene riposto nella bara e in una stanza appositamente allestita. Negli USA tuttavia si usa allestire questa stanza anche con molte fotografie e accessori utilizzati in vita dalla persona che è venuta a mancare, magari trofei, premi o comunque oggetti cari che la rappresentino anche dopo la morte. In genere gli amici e i familiari che si recano in visita al morto si intrattengono in casa o in ospedale anche tra di loro, magari con un po’ di musica e qualcosa da mangiare. Il rito funebre vero e proprio si svolge o in chiesa o direttamente al cimitero, a seconda della religione e delle credenze. E poi c’è il brunch, che è il momento della festa, l’anima del funerale americano.

Usanze funebri, perché negli USA si festeggia

L’idea che sta alla base del “festeggiamento” è che la persona sia passata a miglior vita, che poi praticamente è anche la convinzione fondamentale del cristianesimo. Eppure, noi siamo abituati comunque a piangere i nostri morti anche se, qualora si creda, si sappia che il defunto è andato in una dimensione migliore di quella terrena. Negli USA si incarna alla perfezione questa credenza e si usa chiudere il funerale in casa con amici e parenti della vittima, magari con un po’ di musica e intrattenendosi tutti assieme con racconti, aneddoti, risate e del buon cibo. Ci sono addirittura delle ville adibite proprio alle feste di questo tipo.