Compro oro, il servizio per rivendere il proprio oro usato

Sarà capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di vedere un grande cartello pubblicitario davanti ad una gioielleria che invitava a vendere e permutare oro vecchio che si possiede, valutandolo con cifre vicine al centinaio di euro al grammo. Si tratta dei "Compro oro".

L’attività dei "Compro Oro" consiste principalmente nell’acquisto di oggetti preziosi finiti usati, generalmente costituiti da gioielli (anelli, bracciali, collane ecc.) da destinare successivamente al mercato come prodotti usati oppure come oggetti da rottamare destinati alla fusione.

La quotazione dell’oro non dipende solo dal mercato ma anche dai carati. Il carato non è altro che l’unità di misura che viene utilizzata per misurare la purezza dell’oro. Più sono i carati presenti più l’oro è puro e il suo valore alto. L'oro di massima purezza è 24 carati (24 parti d'oro "fino" su 24 totali) e si indica con la sigla 24k. Seguendo i consigli di professionisti del settore, come Merlino compro oro, possiamo ricavare buoni guadagni dal nostro oro usato.

L’oro acquistato dal compro oro in alcuni casi viene anche rivenduto ai banco metalli.
I banchi metalli sono delle fonderie,che acquistano all’ingrosso il metallo dai negozianti.
E’, in parole povere, il contrario di quello che avviene al mercato per esempio con la frutta:
Il fruttivendolo compra la frutta al mercato all’ingrosso e la rivende alla clientela.
Nel nostro caso, invece, è il contario: il compro oro compra il metallo dalla clientela e lo rivende al grossista.
Oltre che dell'acquisto di preziosi, i "Compro oro" permettono anche di permutare oro.
La permuta dell’oro è vendere i propri gioielli in cambio di altri gioielli al posto dei soldi.

Con riferimenti agli operatori compro oro bisogna considerare anche una serie di obblighi a cui essi sono soggetti:

-Per le operazioni di importo pari o superiore a 500 Euro devono necessariamente utilizzare mezzi di pagamento diversi dal denaro contante in modo da garantire la tracciabilità dell'operazione e la sua univoca riconducibilità al disponente.

-Gli operatori di compro oro sono obbligati a utilizzare un conto corrente bancario o postale dedicato esclusivamente all'attività di compro oro.

-Per ogni operazione conclusa gli operatori devono predisporre una scheda in cui indicare: dati identificativi del cliente, importo corrisposto e mezzo di pagamento usato,la quotazione dell'oro e dei metalli preziosi contenuti nell'oggetto etc.

Il servizio Compro oro in generale può rivelarsi un'ottima fonte di guadagno e di opportunità sia per il cliente che per l'operatore. Il cliente ha infatti la possibilità di vendere un oggetto prezioso di cui non ha bisogno ricavando ottime somme di denaro. Anche l'operatore può rivendere l'oggetto avendo la possibilità di reinvestire e di ottenere elevati margini di profitto.