Cosa devi sapere per scegliere una buona bici elettrica

L’acquisto della bici elettrica, lo ammettiamo, non è una scelta così facile come potrebbe sembrare. Da una parte c’è il mercato che offre infinità di modelli a prezzi troppo diversi gli uni dagli altri. Dall’altra ci sono blog, siti web, canali social e qualsiasi altro mezzo di informazione che ci bombarda con miriadi di informazioni a volte davvero complesse da capire. Per questo abbiamo pensato di fornirti un aiuto su come acquistare la bici elettrica senza commettere errori di valutazione e, soprattutto, lasciando stare i tecnicismi per i quali ti suggeriamo di parlare direttamente con il rivenditore a cui vorrai dare fiducia.

Quanto la utilizzerai in media?

Conoscere la durata di una batteria è diverso da verificare gli Ampere o la potenza del motore elettrico, non trovi? Molto spesso queste informazioni sono riportate con termini tecnici molto complessi che non ti fanno capire bene se la batteria sia durevole o meno.

Ma a cosa ti serve sapere la durata della batteria? Semplice: per capire se l’autonomia di durata risponde alle tue esigenze medie di utilizzo. Per esempio se cerchi una bici elettrica per andare a lavoro sai che la durata del tratto sarà di X chilometri e, per questo, ti servirà una bici capace di durare per l’andata e per il ritorno.

Se cerchi una bici elettrica per fare escursioni, invece, il discorso cambia notevolmente per cui ti servirà una batteria con il doppio dell’autonomia.

Quali percorsi ci farai?

Lo stesso discorso si applica al tipo di percorso perché ce ne sono di tanti tipi: strade sterrate, asfalto, ciottolati e via discorrendo. Sapere grossomodo dove utilizzerai la bici è utile per capire se ti servono degli ammortizzatori o delle ruote più spesse per affrontare una strada di montagna.

Se userai la bici elettrica per la città ti servirà un assetto totalmente differente, per il quale affronterai con agilità pedoni, semafori o bruschi tratti del centro storico dove la pavimentazione è irregolare.

Questa informazione, unita a quella dei tempi di percorrenza, aiuterà il rivenditore a trovare il modello più adatto a te. Solo quando avrai capito bene le tue esigenze d’uso della bici elettrica sarai pronto a vagliarne il costo tra le tante possibili scelte.

La qualità non è mai solo questione di prezzo

Ebbene si. Una bici costosissima non è per forza migliore di una di fascia di prezzo media. La qualità dipende da tanti fattori come materiali, brevetti, potenza del motore, autonomia della batteria, componenti, marchio ecc…

Quindi quando acquisti un bene importante come la bici elettrica non fermarti subito al prezzo ma permettiti qualche istante in più per valutare le varie opzioni possibili rispetto al budget di spesa che avevi in mente.

Chiaramente se opti per prodotti low cost non sorprenderti troppo quanto questi smetteranno di funzionare solo dopo pochi utilizzi. Per acquistare un ottimo modello metti in conto una spesa che si aggira da un minimo di cinquecento euro a salire e, quindi, una buona scelta si aggira sempre tra i seicento e i duemila euro.