Lavorare al meglio e creare prodotti di qualità

Per ogni professionista è importante lavorare nelle migliori condizioni, per assicurare un prodotto efficiente e di qualità. Un’azienda può distinguersi dalla concorrenza proprio perchè offre un prodotto o servizio affidabile e questo risultato può essere raggiunto grazie a personale competente, coadiuvato da aziende altrettanto serie, che offrono mezzi di qualità per raggiungere il prodotto finito.

Forni per ogni esigenza lavorativa

In questo articolo, ci concentriamo sui forni industriali, ossia apparecchiature che consentono di lavorare su una vasta gamma di materiali e prodotti, che di solito vengono progettati dalle aziende in maniera personalizzata per ogni tipo di attività, con materiali di prima qualità e personale esperto.

Sono molte le aziende specializzate nella costruzione di forni industriali (ad esempio www.ferropietro.it) che si servono di personale specializzato ed esperto per fornire un’ottimo servizio al cliente ed assisterlo in caso di problemi, e per l’ordinaria manutenzione. Oltre a ciò, le aziende produttrici di forni effettuano lo smaltimento del vecchi apparecchio, e proporre anche perfetti forni usati e ricondizionati.

Lavorazione dei metalli

I forni industriali per la lavorazione dei metalli vengono progettati per fondere i metalli non ferrosi e sono fondamentali per le attività che richiedono questi tipi di lavorazioni. Questa tipologia di forno è molto resistente perchè deve sopportare processi che richiedono di portare il materiale (zinco, bronzo, ottone, alluminio) ad alte temperature in modo che sia successivamente lavorabile. Sono tante le lavorazioni che richiedono un forno di questo tipo e per questo si diversifica in alcune categorie:

  • forno da fusione, utilizzato per liquefare il metallo in modo che venga stampato;
  • forno da attesa che ha il ruolo di mantenere il metallo allo stato liquido, in attesa che venga colato negli stampi;
  • forno da fusione/attesa che è l’unione dei due modelli precedenti ed è utile in situazioni dove si ha poco spazio per 2 macchinari.

Sono diversi anche i modelli di forno:

  • forno a crogiolo che può essere anche fisso oppure dal crogiolo rovesciabile. La caratteristica di questo forno è l’assenza di contatto fra il metallo e la fonte di riscaldamento. Si utilizza per materiali come l’alluminio, il bronzo, l’ottone;
  • forno a bacino che può essere come nel precedente modello, fisso o rovesciabile. In questi forni il metallo non è isolato dal combustibile e quindi il materiale non è del tutto puro. Vengono utilizzati soprattutto per l’alluminio;
  • infine i forni a camera calda sono prodotti su misura perchè vanno associati ad una macchina per pressofusione. Vengono impiegati per oggetti in lega di zama o zinco.

Per pizzerie

I forni industriali vengono utilizzati anche in ambito alimentare, per la cottura delle pizze. Questi macchinari vengono spesso personalizzati in base alle esigenze del cliente, e sono adatti sia alle aziende di piccola dimensione sia alle grandi industrie alimentari, che li scelgono in base al tipo di prodotto che trattano, e nella grandezza adatta alla mole di lavoro. Questi forni possono avere diverse alimentazioni: a legna, a gas, ibrida, a pellet e a bricchetti. I forni professionali per pizza evitano la dispersione di calore e quindi permettono di preparare un prodotto di qualità.

Per trattamenti termici

I forni per trattamenti termici vengono utilizzati nelle aziende che lavorano metalli e hanno la funzione di effettuare cicli di riscaldamento e raffreddamento che si alternano per modificare la struttura del metallo. Possono essere regolati in temperatura e in velocità. Anche qui abbiamo diverse tipologie:

  • forno per riscaldo che servono a riscaldare il metallo senza liquefarlo;
  • forno per distensione, che riscalda il metallo a determinate velocità e temperature, per poi raffreddarlo in aria. I materiali trattati sono gli acciai inossidabili e l’alluminio e viene di solito utilizzato per il trattamento post saldatura degli stampi;
  • forno per ricottura che sono esclusivamente ad alimentazione elettrica e si utilizzano per lavorare l’acciaio inox. Scaldano il metallo per poi raffreddarlo velocemente (grazie ad una doccia di raffreddamento) in modo da addolcirlo per poterlo lavorare meglio.