L’isola d’Elba e i posti speciali che nasconde e riserva ai turisti

Appartenente alla regione Toscana, l'isola d'Elba è una piccola bomboniera da scoprire per tutti gli amanti dei paesaggi naturali e ancora oggi incontaminati.

Parliamo di un posto ricco di montagne coperte di pini. Le spiagge sono splendide, il mare lo è ancora di più. A vederla dall’alto, o su una mappa, l'Isola d'Elba ha la forma di uno strano pesce, con la testa rotonda e rivolta verso ovest verso la Corsica e con la sua grande coda fluida che punta verso la Toscana. L'Elba ha degli itinerari da percorrere in moto molto suggestivi per cui è giunto il momento di vedere dover andare.

La costa frastagliata

L'attrazione dell'Elba diventa evidente nel momento in cui posi lo sguardo (e la tua moto) sulla sua costa frastagliata. Mentre giri alla scoperta dei suoi segreti, ti ritroverai davanti a baie sinuose e spiagge tranquille, tutti sostenuti da pendii scoscesi e folti. Ti stupirà sapere che questi luoghi affascinanti sono anche accessibili.

Ad oggi, le colline sono cosparse di cristalli lucenti (come l'ametista viola e il berillo verde) che si mostrano sulle pendici del Monte Capanne belle più che mai dopo aver superato l’inverno e i suoi mesi piovosi.

Il monte Calamita

 All'estremità orientale dell'isola si trova il Monte Calamita. Questa montagna è in effetti un enorme pezzo di ferro, in quanto circondata da un campo magnetico così forte che sconvolge le bussole delle navi di passaggio. Non a caso, il nome della sua unica grande città, è Portoferraio: "Porto di ferro". Un tempo l'isola era un centro industriale occupato e poco gradevole, non diversamente da Piombino sulla terraferma. Fu solo dopo la seconda guerra mondiale che fu presa la decisione di riutilizzare l'isola come meta di vacanza e di chiudere le miniere stanche e le fonderie in rovina. È stata questa la fortuna di quest’isola, oggi meta turistica molto ambita.

Portoferraio

Portoferraio insieme al suo porto annesso crea un anfiteatro naturale, e le sue case sono poste qui e lì sui pendii per creare un’immagine pittoresca. Una volta qui, scopri che le strade che si irradiano dal porto turistico sono così ripide che la maggior parte di esse assume la forma di scale di pietra, bellissime da vivere on the road in moto. In tal senso, ti consigliamo di passare un giorno o due ad esplorare la città, visitando ogni tanto i bar e i ristoranti storici nel centro città. La piazza, con i suoi platani, potrebbe diventare il tuo posto preferito.